Non c’è ministro senza maestro! – Solidarietà alla Professoressa che è stata sospesa per aver fatto il suo lavoro

Sin dal primo giorno in cui ho messo piede in aula, complice anche la giovane età, mi sono posto il problema di come sopravvivere in questo mondo impegnativo, a volte logorante, che ti consuma ma che al tempo stesso ti regala una delle gioie più belle che possano arrivare nel mondo del lavoro: ricevere la … Leggi tutto Non c’è ministro senza maestro! – Solidarietà alla Professoressa che è stata sospesa per aver fatto il suo lavoro

Annunci

Casal Bruciato e Altaforte, ovvero una lezione sulla libertà di opinione

In una Repubblica democratica è giusto che tutti, proprio tutti, anche i fascisti, abbiano diritto a partecipare alla vita politica e culturale del Paese? La risposta non può essere che no, nella maniera più ferma e assoluta. Se qualcuno pensa, anche ingenuamente, che si possa lasciare margini di manovra a queste persone o non sa … Leggi tutto Casal Bruciato e Altaforte, ovvero una lezione sulla libertà di opinione

IL CONTE DI MONTECRISTO, OVVERO PUNIRE E RICOMPENSARE

Nella storia della letteratura mondiale possiamo inquadrare tre grandi temi intorno ai quali ruotano tutte le opere pensate e scritte nel corso dei secoli e in ogni angolo della Terra: l’amore, il viaggio e la vendetta. Si può insinuare, senza ricorrere nel banale, che un libro per essere davvero ben riuscito non possa rinunciare a … Leggi tutto IL CONTE DI MONTECRISTO, OVVERO PUNIRE E RICOMPENSARE

Proletkult (Wu Ming) – Perché abbiamo fallito?

Centouno anni dopo la Rivoluzione d'ottobre serviva leggere un romanzo come Proletkult. Non occorre essere per forza marxisti, comunisti, o qualsiasi altro -isti per comprendere la forza di questo libro. L'ultimo capolavoro dei Wu Ming non è soltanto un libro sulla più grande rivoluzione del secolo scorso (forse degli ultimi due), riletta dieci anni dopo, dagli … Leggi tutto Proletkult (Wu Ming) – Perché abbiamo fallito?

A ovest di Roma (John Fante) – Un disadattato e la mancanza di amore

"Per scrivere bisogna amare, e per amare bisogna capire. Non avrei più scritto fino a quando non avessi capito Jamie e Dominic e Denny e Tina e, quando li avessi compresi e amati, avrei amato tutto il genere umano, e la mia dura visione del mondo sarebbe stata ammorbidita dalla bellezza intorno a me e … Leggi tutto A ovest di Roma (John Fante) – Un disadattato e la mancanza di amore

Due di due (Andrea De Carlo) – Alla ricerca delle infinite strade possibili

Pietro Citati ha definito Guido Laremi "il più bel personaggio della letteratura italiana degli ultimi dieci anni". Forse perché è intrigante, racchiude in sé tutte le caratteristiche che un giovane vorrebbe avere per affascinare i suoi coetanei e per far presa sulle ragazze. Forse perché l'epoca nella quale si svolge il racconto è la più … Leggi tutto Due di due (Andrea De Carlo) – Alla ricerca delle infinite strade possibili

I Traditori (Giancarlo De Cataldo) – 150 anni e non li dimostra

"L'Italia è l'unica nazione in cui l'eroe nazionale è straniero." Paolo Vittorelli de la Morgiere conosceva Garibaldi ma non conosceva, non poteva conoscere, Ernesto Che Guevara e il contributo offerto dall'argentino alla causa cubana. Vittorelli è soltanto il capo dei servizi segreti piemontesi, un personaggio letterario inventato, per giunta. La sua osservazione è fredda e … Leggi tutto I Traditori (Giancarlo De Cataldo) – 150 anni e non li dimostra

Pigmeo (Chuck Palahniuk) – Prospettiva a mandorla: gli occhi e la lingua del diverso per capire noi stessi.

"In realtà è una commedia, romantica per giunta", ha spiegato Chuck Palahniuk, con un finale tragico, aggiungerei io. Da Fight Club a Pigmeo. Dalla distruzione delle istituzioni culto del capitalismo all'eliminazione fisica di tutto il popolo americano. Dagli edifici alle persone. Forse, dopo dieci anni, Chuck ha capito che il morbo del capitalismo non è … Leggi tutto Pigmeo (Chuck Palahniuk) – Prospettiva a mandorla: gli occhi e la lingua del diverso per capire noi stessi.

La Letteratura come amica

La letteratura ha sempre avuto un pregio: quello di renderci persone migliori, forse anche speciali. Attraverso la letteratura otteniamo una sorta di potere magico, con il quale riusciamo a metterci in contatto con persone ed epoche precedenti alla nostra, riusciamo ad entrare nella testa dei nostri antenati, a vedere cosa pensavano, a osservare il mondo … Leggi tutto La Letteratura come amica